Ultimo post di questo 2018, che non mi sento di dedicare alle novità beauty. Preferisco pensarlo nell’ ottica delle novità che arriveranno nel 2019, grazie a questo splendido 2018.

È stato l’ anno in cui a sopresa ho deciso di iscrivermi al Corso AIS per diventare Sommelier e ho subito capito che sarebbe cambiato tutto. È stato l’ anno in cui finalmente la mia passione è diventata lavoro, passo dopo passo, tra soprese, conferme e qualche stop. Mi sono guardata dentro, cercando cosa volevo, ma soprattutto cosa non volevo. Essere o fare.

Ho agito di conseguenza, mantendo sempre la mia linea guida. Ho rischiato e ho detto la mia più del solito. Ho fatto presente quello che non mi andava bene e spesso sono stata premiata. Ho avuto conferma che con il modo giusto si può dire tutto e ci si deve sempre far rispettare.

Ho vissuto le conseguenze di comportamenti stupidi e bassi di chi cerca di metterti in difficoltà nonostante ti stimi o dica di farlo. Ho visto la personificazione dell’ essere bugiardi, del negare l’ evidenza e del mentire anche su una piccolezza. Una piccolezza però, che rivela il marcio che una persona può avere in sè.

L’ unica grande delusione dell’ anno è venuta proprio da questo. L’ avrei evitata con tutto il cuore, ma forse, poi, anche quella batosta mi ha fatto capire che ero sulla strada giusta!

Ho ricominciato a studiare e non vedo l’ ora di essere ufficialmente Sommelier per continuare a farlo e dare inizio alla creazione del mio piccolo mondo. Mi aspetta un 2019 impegnativo, pieno e sicuramente ricco di sfide, ma sono pronta!

Il mio più grande Grazie va a questo 2018, che è stato speciale, anche perchè ci ho messo del mio per renderlo tale. Un altrettanto enorme Grazie va a chi mi ha dato fiducia, a chi non ha guardato i numeri, ma ha deciso di dare una chance all’ impegno, alla serietà, alla costanza e alla scintilla negli occhi. A chi la fiducia me l’ ha rinnovata e so che ancora lo farà, magari anche in modi diversi, chi lo sa.

Un Grazie lo dico anche a me, per non essermi fatta abbattere, per non aver ascoltato i fallimenti che urlavano più forti di tutto, per non aver perso la speranza e non essermi accontentata di vivere rimediando ad essi, spegnendomi. Rimedierò, certo che lo farò, ma con una nuova spinta, una nuova vita e lo farà una nuova me.

Non ho mai avuto obiettivi ben chiari, soprattutto a lungo termine, ma quest’ anno ne ho creati parecchi, che so aumenteranno nel 2019. Ho deciso che i miei 40 anni saranno il primo momento in cui tirare seriamente le fila  e non mi spaventa affatto. Anzi, mi da una carica enorme, perchè da lì in poi potrà solo migliorare!

Grazie 2018, Ad Maiora!

Buona fine, ma soprattutto buon inizio a tutti, che lo sia per ognuno di voi!

Un bacio grande

Lara

Lascia un commento