Matita sopracciglia Baciamibio MontaltoDopo due settimane di test intensivi della nuova Matita Sopracciglia Baciamibio Montalto, ve la presento e vi racconto le mie prime impressioni. Inizio con il dire che è stata una sorpresa graditissima ricevere entrambe le due nuove matite. Nonostante infatti da anni io ricorra sempre ad un prodotto in crema per ridisignare le mie sopracciglia, nell’ ultimo periodo sono stata tentata di tornare alla matita per un effetto più naturale. Omaggio quindi arrivato con un perfetto tempismo.

Due le tonalità, (aggiungerei, per ora!) 575 Peanut la più chiara e 576 Walnut. Matite classiche da temperare, non micromina. Formulazione biologica, certificata CCPB. Gli attivi principali sono Olio di Cocco, Cera Carnauba, Cera Candelilla, Mica, Vitamina E ed Estratto di’ Alga Alaria Esculenta.

Emollienti sempre naturali e l’ Oryzanol derivato dal riso, si aggiungono per proteggere la pelle, anche dai raggi solari, mantenere l’ idratazione ed evitarne la disidratazione.

Tonalità Matita sopracciglia Baciamibio Montalto INCI Matita sopracciglia Baciamibio Montalto Questa nuova Matita Sopracciglia viene presentata come dotata di una “mina nè troppo dura nè troppo morbida…con tratti estremamente precisi riempie le sopracciglia alla perfezione e permette di ricreare il pelo in maniera naturale e con estrema facilità”.

Premesso che su di me il test è molto impegnativo, visto che devo ricostruire buona parte dell’ arco, vediamo cosa ne penso.

La mina sicuramente è della consistenza indicata. Media, cerosa, ma non troppo, riesce a scrivere bene anche sulla pelle, senza strappare i peletti se si ha un tocco leggero. Non ritrovo però la precisione. Il tratto non riesce a riprodurre il pelo. Montalto consiglia l’ applicazione mantenendo la matita in diagonale per un effetto più naturale e meno netto. In realtà anche di punta il tratto è lo stesso, perchè a contatto con la pelle, si arrotonda subito. Trovo però che il suggerimento giusto, perchè così si consuma meno la mina. Ritrovo il problema della definizione anche per la parte finale dell’ arco, infatti devo ricorrere all’ aiuto di un bastoncino di cotone per ridefinire la codina.

Questo però può essere anche una conseguenza della tonalità, perchè la 576 Walnut per me  è un pò troppo chiara. Si tratta di un taupe davvero versatile, che si adatta anche a chi a capelli scuri come i miei, ma che inevitabilmente si confonde con il mio incarnato.Matita sopracciglia Baciamibio Montalto

Swatch Matita sopracciglia Baciamibio Montalto 575 Peanut e 576 Walnut La situazione migliora pettinando le sopracciglia e applicando poi un gel, che mette leggermente in evidenza i peletti esistenti, ma nelle zone dove non ci sono la resa è un pò piatta. Se la formulazione rende lo struccaggio velocissimo, non è così favorevole alla durata. L’ arco rimane nel corso delle ore, ma tende a perdere definizione sui bordi.

Una Matita Sopracciglia, che per la mia esperienza finora trovo più indicata per chi deve solo ritoccare alcune zone, riempire dei buchetti o intensificare il colore, se le sopracciglia sono chiare. Spero che Montalto inserisca anche una tonalità più scura, in modo da poter capire se l’ effetto può ancora migliorare. E magari che aggiunga anche uno scovolino per pettinarle.

La durata nella resa si può migliorare incipriando l’ arco, se come me dovete ridisegnarlo. Diversamente non sarà ncecessario!

Tonalità Matita sopracciglia Baciamibio MontaltoAnche se, come avrete capito, ho già un’ idea ben chiara dopo questi giorni di utilizzo, non ho voluto proporre questo post come review. Sono infatti curiosa di far provare Peanut a mia mamma, che deve solo ritoccare e intensificare il colore. Su di lei il risultato sono sicura sarà diverso!

Tornando a me e alla Matita Sopracciglia Walnut, la trovo adatta ad un uso quotidiano, quando non ricerco una resa perfetta.  Anche perchè con l’ uso che ne faccio io, penso che possa terminare in poco più di un mese. Per essere una matita biologica è sicuramente un buon prodotto. Anche la scelta della tonalità è ben pensata, più di molte altre in commercio che virano al marroncino rossiccio o al grigio. Non posso negare però, che avrei preferito un lancio di tre colori, compreso uno più scuro.

Non sono stata abbastanza chiara? Vi serve un voto? 7.5/10 ( 8/10 se ci fosse il pennellino, necessario per una texture simile.)

Ringrazio ovviamente Montalto per l’ omaggio e vi invito a sbirciare sul mio profilo Instagram, dove tra poco troverete il video applicazione, sia sul Feed, sia sulla IGTV.

Al prossimo post

Un bacio grande

Lara

Lascia un commento