Sabato scorso ho avuto l’immenso piacere di accettare l’invito di Angela de L’Ecobiotique di Pesaro per un trattamento viso Purophi come momento di relax post Cosmoprof. Inutile dirvi l’entuasiasmo con cui ho appreso la notizia.

 Conosco i prodotti Purophi da tempo ormai, ma non avevo mai avuto modo di testarli, alcuni sono nella mia wishlist da tempo, ma con qualche punto di domanda, perciò quale occasione migliore per provarli su di me?

Inoltre in una situazione per me del tutto familiare, visto che nella deliziosa bioprofumeria di Angela, di cui vi parlerò nel prossimo post, mi sento a casa.

Poter provare i prodotti applicati da una professionista, come Ilaria in questo caso, visagista Purophi, fa sicuramente la differenza e personalmente amo queste occasioni, com’è stato sempre da L’Ecobiotique il trattamento Madara a novembre, perchè non siamo noi a vedere la nostra pelle e a scegliere i prodotti per lei in base alle nostre anche errate convinzioni, ma è un professionista, che ci guida nella potenziale scelta delle referenze adatte a noi, sorprendendoci sempre con qualche sorpresa che vi spiegherò meglio tra poco.

Ma partiamo con Purophi, cos’è e cosa propone. Vi consiglio ovviamente di visitare il sito, per cogliere al meglio tutte le sfumature, ma cerco di introdurvi il brand brevemente anche qui.
Purophi è un brand fondato con passione da Daniela, che ho avuto il piacere di incontrare la prima volta al Sana scorso e il nome è un acronimo che sta per Pure Organic Philosophy, un mix tra lo sperimentare nuovi equilibri e il ricercare tra scienza e natura, sfruttando la contaminazione tra mondi affini per arrivare ad una bio-ecocosmesi biotecnologica.

Gli ingredienti fanno la differenza in Purophi e leggendoli sicuramente sono i Bioliquefatti enzimatici da bucce di vegetali biologici a saltare subito all’occhio.

Cosa sono?

Sono principi attivi innovativi a base acquosa ricavati solo attraverso enzimi naturali senza nessuna componente chimica. Avendo un basso peso molecolare i risultati sono efficaci e visibili in tempi ridotti, inoltre la produzione di ciascuno è diversa a seconda della composizione molecolare di ogni vegetale. Sono tutti sviluppati in collaborazione con l’Università di Bologna e vi consiglio di approfondire le specifiche di ciascuno nella sezione apposita del sito.

Tutti i prodotti non contengono ovviamente siliconi, parabeni, petrolati o simili, le fragranze sono naturali e sono Vegan OK.

 Purophi per ora propone solo referenze viso, ma proprio in occasione del Cosmoprof appena trascorso ha presentato le prime due corpo, Botanical Black e Botanical White, che saranno in commercio tra qualche settimana.

Botanical Black sarà un detergente corpo, un olio siero alla polvere di carbone attivo di bambù, estratto di tè e olio di riso, mentre Botanical White un trattamento corpo al tartufo bianco, estratto di tè e acido ialuronico a diverso peso molecolare. Entrambi profumati da lime e pepe rosa, permetteranno, usati in combo, di avere una pelle idratata, luminosa, ossigenata, levigata e protetta dagli agenti esterni.

Prodotti interessanti e innovativi, esattamente come quelli viso, che non vedo l’ora di vedere di nuovo dal vivo, visto che al Cosmoprof, nonostante sia passata più volte allo stand, per una concomitanza di coincidenze, non sono riuscita ad approfondirli come avrebbero meritato.

Ma tornando al mio trattamento, ho avuto ovviamente modo di provare i prodotti che Ilaria ha ritenuto adatti a me tra quelli in gamma finora.

Ecco quali:

Cleansing 4 il punto di partenza. Un prodotto multiuso, un detergente, uno struccante viso e occhi, ma anche, se lasciato in posa, una maschera idratante e antiossidante. Contiene bioliquefatto da bucce d’uva rossa, camomilla, burro di karitè, bacche di goji, Vitamina E e pantenolo, quindi deterge la pelle, ma allo stesso tempo la lenisce e la riequilibra. L’ho trovato molto delicato e piacevole sul viso. Ai trattamenti di questo tipo io preferisco andare struccata, quindi non vi so dare un parere sulla sua azione struccante.

Exfoliating Serum il prodotto più citato e più amato del brand. Un esfoliante enzimatico, che esfolia e rinnova al pelle stimolando il microcircolo e la produzione di collagene. Contiene acido mandelico, acido citrico e acido tartarico, ma anche succo d’aloe e vari bioliquefatti, per esempio quelli da bucce di mela, limone e uva rossa.
Si può usare quotidianamente applicandolo sul viso asciutto e deterso, massaggiandolo e rimuovendolo con acqua o lasciandolo in posa un minuto circa. Ammetto che avendone sentito parlare tanto era uno dei prodotti che più mi incuriosiva, infatti è da tempo nella mia wishlist, ,ma temevo potesse essere un pò aggressivo. invece l’ho trovato davvero delicato, non ho accusato nessun pizzicore, nè fastidio, ma la pelle ne ha giovato in luminosità.

Alfa Tonic il tonico della linea. Un altro prodotto già nella mia wishlist. Come vi dico spesso amo i tonici, ma è difficile che riesca a trovarne in grado di farmi innamorare. Questo, che contiene alfa idrossiacidi e biofenoli, quindi bioliquefatti da bucce di pomodoro, mela, limone e da crusca di grano, uniti all’acido tartarico e citrico, ma anche arancio, salvia e liquirizia, idrata, rende la pelle elastica e la protegge dagli agenti esterni. Ho trovato anche lui molto delicato, ma per la mia pelle normale tendente al secco penso sia più adatto per la stagione calda, perchè le sue componenti per me potrebbero rivelarsi troppo astringenti nelle stagioni più fresche e infatti Ilaria ha confermato il mio pensiero, Per una pelle nomale/mista o anche tendente al grasso lo trovo un’ottima soluzione per tutto l’anno.

Terminata la parte legata alla detersione siamo passate all’idratazione con:

My Age Lifeblood Oil, un olio energizzante, nutriente e anti age, che contiene tra gli ingredienti principali ad esempio Coenzima Q10, olio di argan e di jojoba, ma anche insaponificabile d’olio d’oliva. Un olio ricco, ma non pesante, indicato per le pelli mature o secche, che andrà a migliorare visibilmente la pelle. Ilaria è rimasta stupita da come su di me venisse assorbito velocemente. Quando vi dico che ho la pelle tendente al secco non mento 😉

My Age White Dimond + Elixir un trattamento rassodante, riempitivo e depigmentante, perfetto per le pelli mature, che vogliono combattere le macchie e ridefinire i contorni del viso, ma non solo! Contiene 10 principi attivi tra zuccheri, funghi, piante e fiori, che, uniti all’acido ialuronico a basso e alto peso molecolare fanno la differenza. Ho un sample di questo prodotto e sono curiosissima di provarlo, anche se trovo che un sample di questi prodotti non permetta di apprezzarli al meglio.

My Age Normal & Dry Skin invece è la crema viso per pelli normali o secche, quella che è stata appunto applicata su di me, con uno splendido massaggio. Regola la produzione di collagene ed elastina, dando turgore ed elasticità alle pelli secche e mature, aiutandole a combattere lo stress ossidativo e le macchie. Contiene peptidi di soia, bioliquefatti da bucce d’uva rossa, pomodoro e oliva, Vitamina E e C, ma anche olio di jojoba e burro di karitè, un mix che la rendono idratante, ma leggera.

Con mio stupore da contorno occhi addicted, Ilaria non ha usato su di me il My Age Luminouse Eye & Lip, prodotto pensato per il contorno occhi e labbra, che con acido ilauronico, bioliquefatto da bucce d’uva rossa,olio di jojoba, Vitamina C ed E per citare alcuni ingredienti, combatte le rughe date dai segni d’espressione, il rilassamento cutaneo e le macchie.

Ecco a cosa mi riferivo quando prima accennavo alla diversa percezione che può avere di noi un professionista o alla competenza nella scelta delle referenze. Sicuramente non mi avrebbe fatto male l’applicazione del contorno occhi/labbra, ma come mi è già capitato di dire, è bene non usare prodotti troppo specifici quando ancora non servono, altrimenti poi la nostra pelle si abituerà e quando ci serviranno realmente non ne trarremo più benefici. Questo è un vero e proprio prodotto anti age, mirato contro rughe, che in effetti ancora non ho.

Questi sono stati tutti i prodotti che ho avuto la possibilità di provare, la mia pelle dopo il trattamento era idratata, compatta e super luminosa. I movimenti di Ilaria che hanno accompagnato i prodotti nell’assorbimento di certo hanno fatto la differenza, migliorando il microcircolo e l’ossigenazione dei tessuti, ma sono sicura che i risultati di questi prodotti si possano vedere anche con il semplice uso che tutti noi possiamo fare.

La proposta Purophi si completa con un prodotto per le pelli miste/grasse, il My Age Mat Oily Skin, che ovviamente su si me non è stato usato. Una formula ricca di peptidi e carotenoidi, con bioliquefatti da bucce d’uva rossa, d’oliva e pomodoro, ma anche Vitamina E/C, bardana, echinacea e liquirizia, che vanno ad offrire un’azione anti nvecchiamento naturale, che regola la produzione di collagene ed elastina, il metabolismo idrolipidico cutaneo e combatte i radicali liberi.

Come splendida conclusione di un pomeriggio di coccole, ma anche di piacevolissime chiacchiere con Angela, con cui amo parlare di prodotti, perchè la sua competenza arricchisce moltissimo, ho ricevuto un regalo pensato per me da Daniela e dalla stessa Angela, il My Age Lifeblood Oil, che da amante degli oli non posso che essere felicissima di testare.

Ovviamente ve ne parlerò dopo averlo testato qui o sul mio canale YouTube, intanto però ci tenevo a parlarvi di questa mia bella esperienza e vi consiglio di farla se avete una bioprofumeria della vostra zona, che offre questo servizio. Ilaria o Valentina, che ho avuto il piacere di abbracciare al Cosmoprof sapranno coccolarvi e portarvi al meglio nel mondo Purophi!

Nel frattempo spero di avervi incuriositi e vi invito ad approfondire gli spunti che vi ho dato sul sito Purophi. Non si tratta di prodotti economici, lo so, ma la ricerca, la qualità e la performance giustificano il prezzo e ve lo dice una che negli ultimi 12 mesi ha capito che spesso spendendo un pò di più possiamo fare la differenza per la nostra pelle.

Ringrazio ancora Daniela, Angela ed Ilaria per le coccole!

E voi, usate già questi prodotti o avete provato i trattamenti viso?

Ditemelo nei commenti se vi va!

Al prossimo post!

Baci baci
Lara

Commenti

  1. Incuriosire!?!?
    Altrochè! E' un brand che punto da mesi ma che voglio "capire" bene perché a volte si tende proprio ad acquistare e usare prodotti che non sono adatti alle necessità della nostra pelle…
    ciò non toglie che sono prodotti che mi danno molta fiducia, a prescindere che possano essere adatti o meno a me!
    Insomma, proverei volentieri un Mini Kit 😀

  2. Mi fa piacere Cara! Ho pensato infatti che questo post potesse essere utile per le persone divise tra forte interesse e qualche dubbio. I mini kit dovrebbero esistere per tutti i brand, ma la possibilità di provarli direttamente sul viso è davvero valida, perciò tieni sotto controllo i social di Purophi e chissà che non organizzino qualcosa vicino a te 😉

  3. Mi fa piacere Cara! Ho pensato infatti che questo post potesse essere utile per le persone divise tra forte interesse e qualche dubbio. I mini kit dovrebbero esistere per tutti i brand, ma la possibilità di provarli direttamente sul viso è davvero valida, perciò tieni sotto controllo i social di Purophi e chissà che non organizzino qualcosa vicino a te 😉

Lascia un commento