Oggi voglio parlarvi nuovamente di Mei, la scelta più naurale, realtà scoperta come vi avevo raccontato, durante Cosmoprof 2017, ma che, ulteriormente approfondita mentre cercavo di capire i brand che costituiranno il settore Beauty&Spa di Cosmoprof 2018, ho ritenuto meritasse un post dedicato.

Mei è una realtà legata al mondo delle Spa, ma non solo, perchè oltre ai prodotti professionali e a servizi di cui poi vi parlerò, produce anche fitocosmetici per viso e corpo molto interessanti, oli essenziali e integratori naturali, acquistabili anche dal sito del brand. Quando ho visitato lo stand, mi è stata illustrata l’azienda, ma mi è anche stato sottolineato più volte che si trattasse di una produzione solo per le Spa. Ad oggi mi dispiace aver creduto a quelle parole senza approfondire ulteriormente. Non essendo un’ estetista o una professionista del settore ho sempre preferito parlarvi di prodotti acquistabili da tutti e quindi ho accantonato la cosa senza, ripeto, approfondirla, pur essendone rimasta colpita. Al di là di questa digressione, torniamo a Mei, che nasce nel 1988 da un’ idea di Adriana Titton. Per la fondatrice al centro di tutto c’è il benessere, inteso come il sentirsi al massimo delle proprie possibilità psico-fisiche, raggiunte grazie alla ricerca di una qualità di vita migliore. Per arrivare a questo tipo di benessere si deve prestare attenzione al corpo, come alla mente e vedere la persona in chiave olistica, come microcosmo in relazione al mondo esterno.

Ecco perché la proposta Mei tocca moltissimi aspetti della vita di ciascun essere umano e propone un percorso guidato da Consulenti, che prevede sia l’ utilizzo dei prodotti dell’ azienda, ma anche di una tecnica unica, la PMP – Phytomassopodia®  e del Podostrigiles®, strumento a forma di piede, che permette agli operatori di effettuare manovre più efficaci e di esaltare l’efficacia dei prodotti . Entrambi progettati dal Prof. Giuseppe Mazzocco in collaborazione con Mei, certificati e brevettati. Se avete già sentito parlare di riflessologia plantare non vi è difficile capire che partendo dal piede si può influire su tutto il corpo. Chi vuole specializzarsi in questa pratica dev’ essere formato dalla WFA, la Wellness From Feet Academy.Stand Mei Cosmoprof 2017

Tutto questo va di pari passo con l’ utilizzo di cosmetici e trattamenti ad hoc, di integratori , ma anche infusi e profumatori per ambiente proprio per un’ attenzione a 360°, sia in Spa, sia a casa. I percorsi proposti vanno dal Detossinante al Mantenimento e prevedono ovviamente una nuova attenzione anche nell’ alimentazione.

Ovviamente che si sentirà in linea con questo tipo di attività potrà informarsi e in un secondo tempo potrà provare ed iniziare tutto l’ iter, mentre chi vuole solo utilizzare dei fitocosmetici per uso personale, nati da una ricerca importante e caratterizzati da un concept molto completo, può farlo allo stesso modo.

Trovo la proposta cosmetica Mei molto interessante e chi mi conosce da un po’ l’ avrà già cpapito, perché se  così non fosse, visto il misunderstanding spiegato poco fa, non ve ne starei parlando. Sul sito come vi dicevo, trovate un e shop con tutti i prodotti presenti. L’ aspetto che mi ha colpita di più è stato sicuramente la scelta degli ingredienti funzionali. Troviamo, solo per fare qualche esempio, la Crema Argan e Silicio, il Tonico all’ Azulene, la Linea alla Propoli, quella al Tamanu e lo Shampoo Ginseng e Sequoia. La proposta è varia a seconda delle esigenze e i prezzi mi sembrano in linea con quella che sulla carta definirei qualità.

Cercando ulteriori info nel sito ho scoperto che per quanto riguarda le materie prime, Mei utilizza piante selvatiche, cresciute quindi spontaneamente nel loro habitat, ricche di principi attivi, colte solo nel momento di massima maturazione (“momento balsamico”) e  in linea con i parametri della Farmacopea Europea, che regola la titolazione, cioè la misurazione della concentrazione del principio attivo. L’ Acqua utilizzata è Vitalizzata, secondo il metodo Grander, che permette di riportarla alle caratteristiche del suo stato alla sorgente, rendendo  quindi possibile solo l’ utilizzo di conservanti naturali. Sempre a proposito di Acqua, Mei utilizza l’ Acqua Officinale di vegetazione delle piante, cioè l’ acqua in cui le piante officinali sono state lasciate in infusione, Officinalis Water. Sul sito purtroppo mancano gli Inci dei prodotti, quindi non posso garantirvi che siano effettivamente 100% naturali, ma le premesse molto sembrano buone e sempre sul sito si legge “Totale assenza di petrolati, parabeni, SLS e SLES, PEG, sostanze nocive”.

Stand Mei Cosmoprof 2017

Trovo che quella di Mei possa essere una realtà molto interessante a cui, per motivi diversi, molti di noi potrebbero attingere. Vi invito a scoprirne di più visitando il sito o direttamente lo stand B41 Pad 38 a Cosmoprof Bologna 2018, perché la mia qui voleva essere solo un’ introduzione. Se a differenza mia siete anche esperti del settore centri estetici/Spa vi consiglio di valutare anche i prodotti professionali o un’ ipotetica formazione personale. Da appassionata di cosmesi con buon Inci credo che proverò qualche referenza prima o poi e chissà che magari, come è successo ora dopo quasi un anno, ci troveremo tra qualche mese a riparlare di Mei.

Fatemi sapere cosa ne pensate voi di questa realtà, io venerdì prossimo tornerò con un altro post dedicato al Cosmoprof e alla sezione Beauty&Spa, per darvi qualche altro spunto per la vostra visita in Fiera!

Al prossimo post

Un bacio grande

Lara

 

 

Lascia un commento