Quante volte ci capita di svegliarci con antiestetici segni sul viso, che impiegano più o meno ad andare via? Solitamente si attribuisce la colpa alle federe dei cuscini, che cattive ci hanno lasciato un ricordino. E’ vero, ma in realtà il discorso è più ampio e tocca anche la nostra skin care. Se la notte infatti è il momento della giornata in cui la nostra pelle lavora di più e si rigenera maggiormente, allo stesso tempo, le ore notturne sono le stesse in cui la nostra pelle  perde più acqua, inoltre il cotone o le fibre delle federe dei nostri cuscini con la loro capacità assorbente peggiorano la situazione catturando parte della nostra skin care.

Da tempo sento parlare delle federe di seta, ottima soluzione sia per preservare la nostra pelle, sia per limitare la creazione del crespo da contatto per quanto riguarda i capelli. Mi hanno incuriosita fin  da subito, ma non avendole mai trovate in negozi fisici in modo da poterle toccare con mano non ho mai seriamente valutato l’ acquisto.

Allo scorso Cosmoprof, allo stand di Circadia, che come vi avevo raccontato volevo visitare, perchè la proposta del sito mi era sembrata innovativa e da approfondire, la mia attenzione è caduta sulla The Pillowcase, una soluzione idratante per il controllo delle “linee da sonno”.

Mi è stato gentilmente spiegato il concept alla base di questo prodotto, esattamente lo stesso che vi ho appena riassunto e me ne è stata omaggiata una da provare. Non contiene additivi, ma tutto è dato dalla particolare trama del tessuto, morbida sulla superficie d’ appoggio e caratterizzata al suo interno da una maglia scientificamente provata, in grado di ridurre la perdita di idratazione della pelle durante la notte.

Al tatto è morbida, ma non particolarmente liscia, simile ad una calza in microfibra per capirci, la composizione infatti è data da “51% Nylon, 45 % Cotton, 4% Lycra”. E’ lavabile in lavatrice e non va stirata.  Promette di aiutarci a mantenere la nostra pelle liscia, morbida e idratata, ma anche di preservare i trattamenti skin care ai quali prestiamo tanta attenzione, evitando che vengano assorbiti più dai nostri cuscini che dai nostri visi.

Inizierò i test in questi giorni e vi darò le mie prime impressioni tra qualche settimana.

Voi cosa ne pensate di questa tipologia di federe, le utilizzate? Fatemi sapere!

Al prossimo post

Un bacio grande

Lara

Lascia un commento