In Italia, a differenza della maggior parte degli altri Paesi, si produce vino in tutte le regioni. Non ci sono estese zone franche senza vitigni e, anche se ovviamente ci sono zone più o meno vocate, l’ intera Penisola ci da la possibilità di degustare varie tipologie di vino. Questo offre come conseguenza la possibilità di utilizzare quelli che sono gli scarti della produzione vitivinicola, o parte dell’ uva stessa, in enocosmesi.

Purtoppo questa possibilità non è così sfruttata. Negli ultimi mesi ho fatto tantissime ricerche per scoprire il maggior numero di realtà da cui partire, da approfondire e di cui poi parlare. Ne ho trovate svariate, alcune anche molto interessanti.

Quello che mi ha piacevolmente colpita è stata la reale corrispondenza, anche se in piccola scala, della proposta cosmetica con quella vinicola. Questo dimostra una coerenza e una verità nella produzione.

Le linee però sono diversissime tra loro. Alcune hanno packaging ed etichettatura semplicissimi, che si rispecchiano anche nelle formulazioni, altre invece stupiscono per ingredienti ben pensati e una reale valorizzazione dell’ uva, dell’ olio di vinaccioli o del vino utilizzato. Ci sono linee create ad hoc per creare abbinamenti con le bottiglie, comporre idee regalo o da utilizzare durante i trattamenti in Spa, come vi ho già raccontato. Ancora più complete talvolta quelle volute a completamento della proposta di una specifica cantina.

Cantina Tommasi Family Estates enocosmesiMi sono trovata di fronte a presentazioni dettagliate, precise, che trasmettevano tutta la volontà di proporre l’ enocosmesi come realtà forte, valida ed efficace.

Ho trovato siti elegantissimi, con una proposta di lusso, che fa già sognare e ti porta a voler provare tutto. Purtroppo però ho trovato anche aziende interessanti, con una bella presentazione, ma povera di informazioni utili. Altre con solo qualche accenno confuso, da cui non si capisce se si sia trattato di un tentativo poi abbandonato o se davvero esista ancora ciò a cui si accenna. Alcune di queste sto cercando di approfondirle. È inevitabile che prima vi racconterò chi a mio avviso si propone nel modo giusto, trasmette qualità, ricerca e vera interazione tra vino e cosmesi.

Nelle prossime settimane ci saranno delle belle novità. Inizierò a toccare con mano alcune proposte, che mi hanno incuriosita e trovo davvero valide. Ve le racconterò con piacere nel caso la mia prima impressione venga confermata e chissà che non vi porti anche a scoprire dove e come nascono.

Se volete rimanere aggiornati ricordatevi di seguirmi anche su Instagram.

Al prossimo post

Lara

Lascia un commento