Dal 15 al 17 aprile scorso si è svolto il Cosmofarma, la Fiera della Farmacia. Questa appena trascorsa è stata la 20a edizione e stavolta anch’io ho partecipato.
Rispetto al Cosmoprof e al Sana ho trovato questa manifestazione decisamente più rivolta ad una categoria specifica, in questo caso quella  dei farmacisti, sia per tutta la parte dedicata alle attrezzature e a ciò che serve per un’attività di questo genere, dagli espositori alle insegne, ma anche per quanto riguarda le aziende cosmetiche, perché spesso mi è capitato di trovare interessanti alcuni brand e scoprire che sono distribuiti solo in alcune zone o ancora non lo sono per niente. Questa Fiera, perciò, per molti era proprio improntata sulla ricerca di nuovi canali di distribuzione.
Ugualmente comunque per me è stato interessante approfondire alcuni marchi già noti e scoprirne di nuovi.
Partirei da Kalleis, che come ho già raccontato in questo post era stata una delle mie belle scoperte del Cosmoprof 2015.
 Allo stand sono stata accolta come sempre con gentilezza e professionalità e ho potuto ascoltare le spiegazioni dei nuovi prodotti, soprattutto della Crema illuminante 131.
Questa crema, nonostante, lo dico subito, non abbia un Inci privo di siliconi, né sia tantomeno bio, mi ha colpita tantissimo! Ha una texture, che si assorbe velocemente, ma quello che lascia a bocca aperta è la luminosità che regala una volta applicata. Credo sia perfetta per una pelle normale/secca, ma in un certo senso può andare bene per chiunque sia alla ricerca di un finish simile.
Promette di correggere le irregolarità della pelle, le rughe, i segni dello stress ambientale e ossidativo, ma anche l’eccessiva produzione di melanina. Illumina l’incarnato, riduce e previene le discromie, riduce gli effetti dell’invecchiamento, migliora l’elasticità e riequilibra la barriera cutanea. Tutto questo grazie a principi attivi brevettati ad alta sinergia biologica veicolati da sistemi tecnologicamente avanzati, quali DNA sodico, Kalilight, Apalight e Olivoil. Il tutto completato da un Spf 18.
Altro brand interessante, Snail Serum linea riparatrice a base di bava di lumaca, offre dallo shampoo, alla crema viso, passando per il siero, fino ad arrivare allo sciroppo e alle caramelle per il benessere della gola.
 Le amiche lumache erano presenti in una simpatica serra Ikea e mi è stato spiegato che la loro bava viene estratta in maniera assolutamente cruely free grazie al Methode Donatella Veroni.
 Prima di partire alla volta della Fiera avevo sbirciato la lista degli espositori e uno che mi aveva particolarmente colpita era stato Surgic Touch. Così, una volta trovato lo stand è stato un piacere saperne di più. Il sito è davvero ben fatto, i prodotti sono descritti in maniera ottimale, è possibile acquistarli direttamente online ed è anche presente una sezione per chiedere consigli in caso di esigenze specifiche.
La proposta è davvero varia e coinvolge viso e corpo. Per questo brand si parla di cosmeceutici, prodotti che per la loro composizione non sono classificabili come farmaci, pur essendo a base di principi attivi in grado di penetrare nell’epidermide. Trattamenti specifici sotto forma di sieri, maschere, creme, potenzialmente abbinabili pre e post interventi di medicina e chirurgia estetica.
Molto interessante anche la linea capelli.

Innovativi mi sono sembrati anche i solari Safe Sea, che si distinguono dagli altri per la protezione che forniscono oltre che dal sole, anche dalle meduse.

 Anche Organics Pharm, che per ora non ha rivenditori nella mia zona e ha un sito in rifacimento, mi ha incuriosita. Prodotti soprattutto per capelli senza parabeni, petrolati, SLS e formaldeide.
Sempre ancora non rivendute in Italia le matite waterproof Womake. Mi hanno fatto una dimostrazione bagnando il tratto precedentemente applicato con dell’acqua Evian e devo dire che sembra abbiano una durata pazzesca. Avevo fatto un pensierino sull’acquisto della nera, ma poi, il fatto che non fossero ancora reperibili in Italia, mi ha fatto cambiare idea, non vorrei innamorarmi di un prodotto poi impossibile da trovare, ma spero che il brand francese presto possa arrivare da noi!
Cosmeceutici anche per Miamo. che unisce ricerca in Italia e produzione negli Stati Uniti. Prodotti viso e corpo, solari compresi, per tutte le esigenze, come melasma, acne, dermatite, couperose e un’interessante selezione di prodotti a base di acido salicilico. Controllando i punti vendita sul loro sito ho notato con piacere che sono presenti anche in una farmacia vicino a me, quindi lo terrò presente.
Care&Cover invece propone prodotti correttivi per il viso e per il corpo, ma anche per la ricrescita dei capelli, quest’ultimi sia in spray sia in cialda, da usare con il pennellino.
Ovviamente presenti gli stand più noti come L’Amande, Nuxe e Caudalie. Quet’ultimo brand presentava le creme della linea Vinosource nella nuova versione per quanto riguarda il packaging, in diversi toni di rosa a seconda della texture.
Nulla è cambiato nelle formulazione, sono solo vestite a nuovo e in un modo molto più appetibile per la maggior parte del popolo femminile!

Da Farmaderbe è stato un piacere vedere i prodotti che sto usando da qualche mese e scoprire che l’offerta è molto più grande di quanto io pensassi! Come novità la linea ai Sali del Mar Morto, che spero di trovare presto.

 Bella scoperta la gentilezza da SVR e Filorga, brand che che non conoscevo. Di alcuni prodotti SVR avevo sentito parlare in passato, ma personalmente non li ho né mai visti, né provati. La linea Sensifine mi ha incuriosita molto, essendo sempre alla ricerca di struccanti delicati soprattutto per gli occhi e sono molto curiosa di provare i sample che mi sono stati lasciati, confezionati davvero in maniera elegante e particolare.
 Il passaggio da Organique, o meglio da Albasun, è stato d’obbligo. Albasun è il distributore italiano di Organique, ma anche di un altro brand super interessante, che ho avuto la possibilità di conoscere proprio in Fiera:  Issahra. 
Prodotti professionali dedicati ai trattamenti estetici, soprattutto con pietre fredde. Ho potuto provare l’Essential Balm, balsamo corpo all’olio d’argan, ideale come doposole e ne sono rimasta stregata!!! Degno di nota anche lo scrub.
Organique per me ormai è una certezza e sono stata felice di sapere che finalmente una selezione di prodotti è disponibile anche a Riccione da FarmaRomagna, nuova parafarmacia in Via dei mille 17, di cui vi parlo anche in questo video su YouTube.
Entrambi i brand sono utilizzati per trattamenti estetici e Albasun distribuisce anche Cabine Estetiche, perciò è stato bello vedere tutto nello stesso stand.
Accanto Momme con i suoi prodotti per bimbi e non solo!

Non mi sono soffermata sugli stand di integratori, bellissimo quello Solgar ad esempio, o quelli improntati sull’alimentazione e le diete, come l’imponente Tisanoreica, mentre un paio di stand makeup hanno catturato la mia attenzione. Mi ha fatto molto piacere vedere lo stand di Diego dalla Palma e mi ha colpito il fatto che voglia introdursi anche nelle farmacie, la trovo una bella possibilità per avvicinarsi ai suoi prodotti non sempre facilmente reperibili.

Tra tutti però il brand che mi ha colpita di più è stato Kripa Venezia, linea makeup super completa.
Attenzione reale agli ingredienti, prodotti senza siliconi, parabeni, alcool, TEA, oli minerali, fenossietanoloe paraffina. Chiarezza e trasparenza anche sul loro sito dove sono presenti tutti gli Inci, per offrire prodotti fino al 100% di origine naturale, ma con una valida performance.
Il tutto completato da alcuni smalti, un profumo e un guantino struccante/esfoliante.
Purtroppo il punto vendita più vicino a me è a Milano Marittima, alla profumeria Guidi in Viale Gramsci 70, per chi interessasse, perciò non è molto facile per me andare a toccare i prodotti con mano, però davvero ci faccio seriamente un pensiero per il futuro, perchè sono curiosissima di provare qualcosa.
Stefania D’Alessandro invece, propone una linea di makeup professionale con ingredienti classici, caratterizzata da un’immagine forte, colorata, glamour, da inserire anche in farmacia!
 Ultimo brand che voglio segnalarvi è Bush Flower, marchio australiano specializzato in essenze floreali volte a migliorare il benessere di persone e animali. Sì, perchè oltre alle essenze classiche, per l’ambiente o spray e ai prodotti per la detersione/skincare, propone anche essenze ad uso veterinario per il benessere degli amici a quattro zampe. Il sito merita una visita.
Avrei volentieri approfondito meglio, ma allo stand erano tutti impegnati, perciò ho preferito lasciar concludere eventuali ordini senza disturbare solo per qualche info.
 Anche i prodotti Nerà Pantelleria mi ispiravano molto, così come i solari spray, ma anche in questo stand c’era aria di trattativa e ho preferito lasciarli continuare in pace.
Altro brand ricco di contenuti con uno stand bellissimo, Apivita  nato nel 1972 dall’idea di due farmacisti greci ispirati dalla società delle api e dall’approccio olistico di Ippocrate.
 Il nome infatti significa “La vita dell’Ape” e rivela un forte credo nei valori. Formulazioni con ingredienti naturali tra l’80 e il 100% escludono parabeni, oli minerali, ma anche glicole propilenico, muschi sintetici e ftalati. I siliconi sono esclusi nel 99% dei prodotti e quest’attenzione nel segnalarlo l’apprezzo enormemente.
La proposta va dal siero occhi, passando per i prodotti per la detersione, la line Aqua Vita, la Bee Radiant, fino alla Wine Elixir, che contiene un’innovativa composizione di resveratrolodi vino rosso e lupino. novità la Queen Bee linea olistica antiage con pappa reale e 12% di ingredienti naturali attivi.
Appena avrò finito di testare al meglio tutti i prodotti che possiedo vorrò approfondire la reperibilità di questo brand, perchè mi incuriosisce davvero tanto.
Anche Vea, linea prodotta da Hulka, che avevo già approfondito online prima della manifestazione, può avere prodotti interessanti, ma una volta entrati nello specifico da quello che ho capito l’unico prodotto privo di siliconi è il Vea Lipo3, un lipogel a base di Vitamina E, ceramidi, acidi grassi e fitosteroli, che proverò volentieri grazie alla minisize di cui sono stata omaggiata.
Sicuramente è stata una giornata molto piacevole, ho potuto conoscere nuovi brand e approfondirne altri già noti. Essendo la zona cosmesi racchiusa praticamente in un solo padiglione, certamente c’è maggior concentrazione di persone  rispetto ad una Fiera più grande e considerando che molti farmacisti sono lì per fare ordini e stabilire contatti, in alcuni casi ci si sente un po’ fuori luogo ad essere lì solo per allargare i propri orizzonti di conoscenza.
Ringrazio comunque chi è stato  cortese con me, mi ha dedicato del tempo e mi ha permesso di scoprire nuovi prodotti, che in alcuni casi penso proprio che approfondirò!
E voi, conoscete questa Fiera? Ditemi cosa ne pensate nei commenti!
A presto, al prossimo post
Baci baci
Lara

 

Lascia un commento