Tonico Protettivo terminato e Olio Ricco Detergente in piena fase di utilizzo, mi sembra il momento giusto per la recensione di entrambi.

Era l’ inizio di febbraio quando vi ho presentati queste due novità viso Biorescue. I test del Tonico Protettivo erano già iniziati, mentre l’ Olio Ricco Detergente stava aspettando il suo momento. Ha dovuto aspettare più del previsto, ma ormai da settimane mi accompagna nella mia skin care routine quotidiana.

Non mi soffermerò sulle caratteristiche generali, perchè le ho ampliamente raccontate nel precedente articolo. Vi racconterò solo come mi sono trovata.

Cosa mi è piaciuto del Tonico Protettivo Biorescue Montalto?

Potrei dirvi tutto, confermo le mie prime impressioni, ma sarebbe stroppo poco per un tonico, che davvero aiuta a completare i trattamenti viso. Anti pollution e Anti Luce Blu. Inevitabilmente in questi mesi ho sfruttato di più la seconda azione, che è stata provvidenziale, avendo incrementato l’ uso di computer e cellulari. Non è un’ azione verificabile, come possono essere altre, ma mi fido che ci sia e la apprezzo. Più semplice da apprezzare è senza dubbio la buona azione idratante. Ho adorato oltremodo la profumazione, che mi ha spesso strappato un sorriso, per la sua piacevolezza. Perfetto l’ erogatore spray, che preleva il tonico in maniera ottima. Solo per le ultime due erogazioni ho tolto lo spray e ho versato il liquido direttamente sulla mano, per poi applicarlo tamponando.

Specifiche Tonico Protettivo Biorescue MontaltoUna sola attenzione nell’ utilizzo. Se avete occhi molto sensibili cercate di evitarli quando vaporizzate il Tonico Protettivo. So che è una cosa che si fa normalmente, perchè si vaporizzano sempre i prodotti con gli occhi chiusi. A differenza di altri tonici però con questo ho dovuto fare un pò più attenzione. Talvolta ho avuto dei piccoli fastidi al mio occhio sensibile nei primi istanti dopo averlo vaporizzato. Svanivano dopo poco, ma è sempre un piccolo segnale che invita ad un’ accortezza in più.

Ah, non ho diviso il Tonico Protettivo Biorescue con Ivan, perchè trovo che sia un prodotto più adatto a chi passa tante ore davanti agli schermi. Ultima considerazione. Temevo un pò il pack in vetro, ma posizionandolo nell’ armadietto, anche se aperto, non ho avuto alcun inconveniente e ho evitato di travasarlo. Durata due mesi, ma ho ridotto gli utilizzi extra nel corso della giornata e non l’ ho condiviso. VOTO 8/10

Un pò più articolata invece la recensione sull’ Olio Ricco Detergente Biorescue.

Conquistata dai sample, ho tardato ad iniziarlo, perchè sapevo sarebbe stato un test che avrebbe richiesto esclusività e molta attenzione. Un olio in gel, davvero piacevole al tatto, che al contatto con l’ acqua scivola via come un latte. Ma, se applicato sulla pelle asciutta e poi massaggiato con acqua, lascia il viso come già trattato con una parte di skin care. La pelle infatti è incredibilmente morbida, idratata e nutrita. Una coccola, ma forse troppo per me, che ho una pelle del viso che ultimamente sembra autosufficiente.

Texture Olio Ricco Detergente Biorescue Montalto Texture Olio Ricco Detergente Biorescue Montalto a contatto con l' acquaQuesto era il mio dubbio!

Già espresso nella presentazione, basandomi sui pochi test fatti con i campioncini. E avevo ragione. Nessun problema, non ho mai dovuto interrompere l’ utilizzo, ma semplicemente, osservando ogni giorno la mia pelle durante la skin care, ho notato che il mio viso non era più così liscio. Classici piccoli puntini sottopelle, che mi segnalano di fare attenzione. Così ho fatto una prova, un uso in un certo senso improprio, che è diventata la svolta.

Applico il prodotto sul viso già bagnato. In questo modo ho subito la fase latte, che conserva le componenti, ma senza che si “aggrappino” al viso nella fase olio. La pelle è inevitabilmente meno vellutata, ma è sempre idratata e nutrita, tanto quanto basta al mio viso in questo momento. Torno invece all’ applicazione classica se lo utilizzo come struccante. Non brucia gli occhi e strucca bene. Per tutto quello che ho appena raccontato e per le mie esigenze in generale, preferisco limitarmi al viso.

Sono felice di aver trovato questa doppia modalità, in modo da poterlo usare quotidianamente, cosa che altrimenti non avrei fatto. Sì, come avevo previsto, perchè se si conosce la propria pelle, è sempre più facile prevedere come reagirà.

Piccola nota sul pack anche in questo caso. Apprezzo molto la doppia protezione data dal tappo, che protegge alla perfezione l’ erogatore, ma anche dal blocco di sicurezza dello stesso.

Dettaglio blocco di sicurezza Olio Ricco Detergente Biorescue MontaltoConsiglio sicuramente l’ Olio Ricco Detergente a chi ha una pelle da normale a secca. Per quest’ ultima tipologia potrebbe essere un vero aiuto per mantenerla più nutrita e idratata. VOTO 8.5/10

Un grazie a Montalto per questi piacevolissimi test Biorescue.

Se  l’ articolo vi è piaciuto e volete restare in argomento, vi invito a leggere anche i seguenti, semplicemente con un click:

Al prossimo post, intanto vi aspetto anche sul mio profilo Instagram (@mycurlycolours), per rimanere in contatto con me.

Un bacio grande

Lara

Lascia un commento