Per il post #tbt di oggi parliamo di struccaggio e nello specifico del modo più innovativo e semplice di togliere il makeup. Con acqua! Se mi seguite da un po’ sul mio canale YouTube e su Instagram saprete già del mio amore folle per i guantini struccanti Glov. Li ho scoperti al Sana scorso allo stand di Finalga Distribuzioni, grazie al fatto che me ne fu omaggiato uno da dito. Se non conoscete il brand starete pensando “…Da dito?” Ebbene sì, perché Glov propone soluzioni di struccaggio in microfibra costituita da fibre a forma di stella con abilità elettrostatiche, che permettono di struccarsi a fine giornata solo bagnandole con acqua.

Ci sono vari formati, il più piccolo ed anche il più economico, Glov Quick Treat, che però permette di farsi un’idea del prodotto, è quello che va a ricoprire proprio un dito.  quicktreat_glov

Non so quale sia il vostro approccio verso queste tipologie di accessori. Personalmente sono sempre un po’ scettica, ho paura che attirino polvere e batteri e ho sempre paura di non riuscire a lavarli bene dopo l’uso. In più c’è spesso il problema delle dimensioni, i celeberrimi panni in microfibra ad esempio per me sono sempre troppo grandi, si bagnano troppo, fanno fatica ad asciugarsi e solitamente rimangono sporchi fino a che non vengono lavati in lavatrice. Per questi motivi ero scettica anche nei confronti di questa soluzione, ma mi è bastata una prova per cambiare idea. La forma del formato mini può struccare anche il viso, ma è evidente che sia più adatta agli occhi.

Bagnato il guantino con acqua tiepida, strizzato e passato sul makeup precedentemente inumidito, step che non salto mai qualsiasi metodo di struccaggio decida di utilizzare, ha rimosso tutto ed è stato Amore. Al Cosmoprof così ho acquistato la versione da mano, Glov On the go perfetta per il viso e l’ho anche messa alla prova in un video sul mio canale. Trovo davvero geniali questi prodotti, l’unica pecca per la mia pelle tendente al secco è che togliendo il makeup solo con acqua non vado ad idratarla a sufficienza, perciò usato più giorni consecutivi tendono a seccarmela.  glov_on_the_go

Da poco però sono uscite anche versioni differenti indicate per le varie tipologie di pelle, quindi sono curiosissima di provare quella adatta alle pelli secche e sensibili.

Sempre rimanendo in tema di tipi e formati, esiste anche la versione più grande, Glov Comfort, disponibile come gli altri in più colori, con l’apertura per inserire la mano, in modo da padroneggiare al meglio con le dita il tessuto e raggiungere ogni zona del viso. Come potete vedere dalla foto possiedo anche questa, perché mi è stata omaggiata avendo acquistato tre guantini in Fiera, ma ammetto di non averla ancora provata per il discorso fatto poco fa.  glov_comfort

Glov ComfortGlov ComfortPreferisco il formato più piccino, come quello bianco che sto usando ormai da tempo e anzi, tra poco dovrò cambiare iniziando ad usare quello gentilmente inviatomi da Elisabetta di Scrignobio.

Questi guantini struccanti infatti vanno cambiati ogni tre mesi. Ovviamente poi dipende dall’ uso che ne fate, ma il consiglio è quello. Dai piccolini che ho potete vedere la differenza. Quello celeste della limited edition by Krizia Banogon Chan, ormai da cambiare, l’altro invece usato poche volte. Glov Quick Treat

Penso che questa soluzione per lo struccaggio, oltre che super efficace, sia super pratica per viaggi, palestra, trasferte o qualsiasi momento in cui non si possa portare l’intero bagno per struccarsi! Non ho avuto mai problemi con nessun prodotto, sono sempre riuscita a struccare tutto, ma c’è da dire che non uso trucchi waterproof e se utilizzo prodotti particolarmente resistenti preferisco struccarli con un bifasico per evitare di stressare gli occhi, così come per i rossetti o le tinte non li uso per non dover insistere poi nella pulizia.

Ecco, l’ultimo aspetto su cui voglio soffermarmi è proprio questo. Basta un detergente delicato per farli tornare come nuovi. Se avevate un trucco particolarmente pesante servirà una seconda passata, ma poi tornerà come prima! Esiste anche una versione già dotata di magnete e sapone specifico per pulirlo, ma non l’ho provata, quindi non posso parlarvene.

La mia esperienza come avrete capito è super positiva, continuo ad usarli, soprattutto i piccini, per togliere anche solo le sopracciglia, quando lascio il resto del viso struccato o per struccare gli occhi, in particolare il destro, che spesso ha problemi con i detergenti.

Se siete curiosi e sarete al prossimo Sana di Bologna dall’8 all’11 di settembre vi consiglio di passare allo stand di Finalga Distribuzioni per saperne di più, altrimenti guardate online, perché molti e commerce come per esempio Scrignobio a cui accennavo prima, li rivendono. Se invece avete una bioprofumeria fate come Angela de L’Ecobiotique di Pesaro e inseriteli nel vostro negozio.

Li avete giù provati? Lasciatemi la vostra opinione!

Al prossimo post.

Un bacio grande

Lara

 

Lascia un commento