Nuovo appuntamento per aggiornarvi sulla mia esperienza con più prodotti in un solo post. Oggi parleremo del Green Milk e della Green Mist Incipit Faber Organic, del Siero Antiage Rasayana, del Fondotinta Silky Dust Finis Terre e della Palette Fenty Beauty. Un mix tra make up e skin care, che ci farà decisamente spaziare.

Iniziamo dalle due referenze Faber Organic, che hanno avuto un percorso piuttosto travagliato.

Green Milk e Green Mist Incipit Faber OrganicHo iniziato infatti ad utilizzarle lo scorso inverno e, nonostante le formulazioni ricercate, biologiche, innovative e il mio entusiasmo, ho capito dopo pochi utilizzi che non erano molto compatibili con la mia pelle in quel periodo. Assolutamente nessun problema o reazione, qualità indiscussa, ma non mi bastavano per idratare e nutrire la mia pelle. Green Milk è un multiuso, che può essere siero, crema e contorno occhi. Usato da solo dopo poco sentivo la pelle che tirava a e anche abbinato alla mia crema abituale del periodo accusavo secchezza con il passare delle ore. La Green Mist è pensata per essere vaporizzata anche al bisogno nel corso della giornata, ma non è una modalità a me congeniale. Per evitare di sprecarli inserendoli in una skin care più strutturata, seppur con dispiacere, ho deciso di accantonarli fino alla primavera.

In realtà per il Green Milk ho dovuto aspettare l’ estate. Ho trovato un buon compromesso applicandolo come crema dopo il Siero Antiage Rasayana, ma purtroppo, come avrete capito, non è il prodotto per me. Sicuramente ho preferito la Mist, che si può usare anche come maschera, come potete leggere nel post di presentazione. Penso però che entrambe le referenze possano essere più efficaci su pelle mista o spenta. Io aspetto fiduciosa l’ uscita di nuove referenze Faber Organic più nutrienti, per riuscire ad apprezzare il brand come credo meriti e valutarne i benefici con un uso continuativo, come prediligo fare sempre. VOTO 6.5/10 facendo una media

Come  ho detto poco fa, ho arricchito la mia routine di inizio estate con il Siero Antiage Rasayana.

Siero Viso Antiage Rasayana riformulato Riformulato dall’ azienda e proposto con un nuovo packaging. Sempre idratante e pratico nell’erogazione, ma, su di me, l’ ho trovato meno performante della versione precedente, che avevo amato. Non ho trovato l’ azione rimpolpante che mi aveva conquistata. Inoltre, pur sempre leggero e di facile assorbimento, rimaneva (ormai è terminato) in parte in superficie e leggermente appiccicoso. Questo forse a causa dell’uso in estate.

Una volta arrivata quasi alla fine ho confrontato gli Inci delle due versioni e per come reagisce la mia pelle all’ Acido Ialuronico, sicuramente la minor quantità inserita, ha cambiato le cose. Un prodotto che ho usato con piacere, ma che purtroppo non sostituisce la versione precedente nella mia top 5 dei sieri provati finora. VOTO 7/10

Dalla skin care ora passiamo al make up con il Fondotinta Silky Dust Finis Terre.

Fondotinta Silky Dust Finis Terre 3WQui sul blog ho presentato la tonalità 3W, ma nel frattempo a maggio ho ricevuto due delle nuove proposte con sottotono Peach, 2 e 2.5.  Ho parlato molto in video di questo fondotinta, che mi ha colpita testato anche in situazioni di stress, come le giornate di Cosmoprof. Un prodotto in polvere, che si fonde benissimo con la pelle senza segnare, anzi dando un effetto luminoso al viso. Anche troppo, perché devo fissarlo con la cipria più del mio solito, ma poi la performance è ottima. Uniforma bene con poca quantità, è perfetto per chi vuole un risultato naturale e magari lo cerca anche da un prodotto con ingredienti naturali.

Il problema per me è la tonalità giusta. 3W è leggermente troppo scuro nella maggior parte dell’anno, mentre i nuovi Peach saranno da provare in autunno inverno, perchè già chiari appena ricevuti. Un fondotinta che vi consiglio di scegliere di persona. Il 3W sarebbe perfetto adesso, ma come dicevo prima su di me tende a lucidarsi eccessivamente e il paio di prove che ho fatto quest’ estate me l’hanno confermato. Un prodotto comunque che consiglio per una pelle normale secca o matura soprattutto in autunno inverno. VOTO 8/10 

Una review mix non troppo felice oggi, che termino però con una palette che mi ha stupita, che ho usato e continuo ad usare con piacere. La Moroccan Spice di Fenty Beauty.

Maroccan Spice Fenty BeautyCompletamente innamorata del pesca Quicksand, un pò polveroso, ma dalla resa splendida, sia a tutta palpebra con un pennello da sfumatura, sia abbinato agli altri toni caldi della selezione. Mi ha stupita moltissimo Samara Stunna il rosa chiaro freddo shimmer, che pensavo avrei utilizzato pochissimo, invece apprezzo da solo o come top coat. Rispetto alle previsioni ho utilizzato meno i gold, cha danno comunque una luminosità davvero d’ effetto. In linea con le abitudini degli ultimi anni invece lo scarso utilizzo dei toni freddi.  Una palette a cui ricorro spesso anche fuori casa. Un acquisto con i saldi che ho fatto benissimo a non farmi scappare. VOTO 8.5/10

Visto le opinioni piuttosto variegate di questa review mix, se avete utilizzato questi prodotti fatemi sapere cosa ne pensate voi.

Al prossimo post

Un bacio grande

Lara

Lascia un commento