Tutto quello che c’è da sapere sui 5 nuovi rossetti Creamy-Matte ad alta coprenza con tecnologia refill per sceglierli al meglio

Si sono fatti attendere, abbiamo dovuto tenerli in cassaforte per giorni senza sbirciare, ma dal 21 settembre sono disponibili per tutti. La novità di PuroBIO Cosmetics stavolta è davvero pazzesca e aggiungerei, inaspettata. La proposta rossetti cambia completamente. Diciamo addio ai classici che ci hanno accompagnati per anni e diamo il benvenuto a cinque nuovi rossetti Creamy-Matte con tecnologia refill.

I nuovi rossetti PuroBIO ricaricabili

Al di là del fatto che si tratti di un nuovo packaging, di una nuova formulazione e di nuovi colori, credo sia proprio il sistema refill a colpire di più. Ogni tonalità, dalla 101 alla 105, è in vendita nel packaging a rossetto, diciamo classico seppur nuovo, ma anche nel formato ricarica. Si può quindi acquistare il preferito con tutto il pack e altri colori in refill, da sostituire con un semplice gesto. Oppure se dell’ estetica poco ci importa o vogliamo usare meno plastica possibile, nulla vieta di acquistare solo la ricarica, utilissima anche per sostituire un rossetto terminato.

Una tecnologia pensatq per ridurre le risorse necessarie per l’ intero pack prima e gli scarti poi, nell’ ottica di favorire un’ economia circolare.

Differenza tra packaging rossetti PuroBIO e ricaricaIl formato di vendita è leggermente diverso ed è di poco più grande quello dei rossetti completi. Entrambi sono realizzati con un packaging per il 75% di plastica riciclata e i dettagli sono rose gold.

Anche il prezzo cambia. € 15,90 per il rossetto e € 11,90 per la ricarica. Rimangono invariati invece il contenuto, sempre 4,4 g, il PAO di 12 mesi e il fatto che siano composti da un mix naturale di cere e oli.

PuroBIO sottolinea la presenza della Cera Shorea Robusta, nota anche come Cera dell’ Albero di Sal, che grazie alle sue proprietà emollienti ed idratanti lascia le labbra morbide e idratate.

Posso confermare che è davvero così. Le mie labbra super esigenti, applico il balsamo labbra innumerevoli volte al giorno e dopo giorni di test intensivi per potervi dare le mie prime impressioni in questo articolo, le mie labbra non accusano assolutamente. Sono belle e morbide come sempre, anzi anche di più rispetto a quando uso burrocacao sbagliati.Packaging rossetti ricaricabili PuroBIOPackaging ricarica rossetti PuroBIO

I colori dei nuovi rossetti PuroBIO con swatch e lip swatch

Dicevamo 5 nuovi colori, scelti dal brand considerando i best seller di sempre, tra i rossetti e le Lip Tint. La promessa di un colore pieno ad alta coprenza fa sì che tutte le tonalità siano ben presenti. Il fatto che siano catalogati come Creamy- Matte non deve trarre in inganno. La definizione fa riferimento al finish confortevole, leggermente opaco, ma con un twist decisamente cremoso e tridimensionale. La resa è ottima fin dalla prima passata e tutte le tonalità sono belle intense.

Si va dal 101 Rosa Nude al 105 Pesca Nude, passando per il 102 Fucsia Scuro, il 103 Rosso Fragola e il 104 Rosa Pesca.

Ecco gli swatch – Da sx a dx 101, 102, 103, 104, 105Swatch rossetti PuroBIO da sx a dx 101 102 103 104 105Swatch al sole rossetti PuroBIO da sx a dx 101 102 103 104 105

Ed ecco i lip swatch sulle mie labbra sempre nello stesso ordine da in alto a sxLip swatch rossetti PuroBIO 101 102 103 104 105

Per i miei colori i meno adatti sono il 104 e il 101. Il 104 Rosa Pesca su di me è più un salmone, mentre il 101 Rosa Nude è sì un nude anche abbastanza scuro, ma un pò troppo freddo e rosato. Tra i due diciamo che il 101 si avvicina maggiormente a tonalità che comunque indosso. Stupendi il 102 e il 103, pieni, intensi e davvero wow! Più che nelle mie corde il 105 Pesca Nude, che su di me più che pesca è marroncino ed è il classico colore che uso in ogni occasione.

La texture di questi rossetti

Chi ha visto le mie Instagram Stories sa già che ho notato delle differenze fin dalle prime applicazioni, tra il 101 e il 102.

La texture del 101 Nude mi è subito sembrata più cremosa e meno sottile rispetto a quella del Fucsia 102. Il prodotto è meno elastico, si percepisce di più, tende ad unirsi tra le labbra e il rischio che piccole parti si stacchino è maggiore, soprattutto con il passare delle ore e dopo i pasti. Con conseguente maggior difficoltà nel riapplicarlo in modo uniforme.

Diciamo che il primo giorno di test il mio pensiero è andato subito alle Lip Tint, ma il giorno successivo con il 102 ho ritrovato un comfort superiore e un finish decisamente più elastico e sottile, che preferisco.Rossetto PuroBIO 101

Rossetto PuroBIO 102 Fucsia ScuroSpecifiche pack rossetto PuroBIOIncuriosita ho subito guardato i pack alla ricerca di differenze. Se tutti sono certificati biologici, Cruelty Free e Nickel Tested, anche se si trova la stessa specifica presente sul mascara, solo i nude 101 e 105 sono Vegan OK.

Questo dipende dalla presenza delle Maltodestrine, come per le Lip Tint. Così ho pensato che la differenza potesse essere data da questo e di conseguenza ho temuto che la resa del 105, il nude sulla carta più adatto a me, sarebbe stata uguale a quella del 101.

Seppur quasi convinta, tornando però a pensare alle Lip Tint, mi è rimasto il dubbio che potesse dipendere anche dal tipo di pigmento utilizzato per i vari colori.

INCI e specifiche Rossetto – Lipstick 101INCI e specifiche rossetto 101 PuroBIO

INCI rossetti PuroBIO 2021Ma continuando le prove, trovando la stessa texture sottile nel 102 e nel 103 ero sempre più propensa verso la prima ipotesi. Fino a stamattina, quando applicando il 104 ho ritrovato la stessa cremosità e le stesse caratteristiche del 101. A quel punto non era più una differenza riconducibile al Vegan OK ed è aumentata la curiosità nel provare l’ ultima tonalità.

Con mia sorpresa nel 105 ho trovato una texture media tra i due più cremosi e i due più sottili, così come la tenuta.

Devo dire che ne sono felice, perchè il 105 è il tipico rossetto che potrebbe diventare il mio passepartout.

Ovviamente questo è un parere soggettivo, c’è chi probabilmente preferirà i due più cremosi. Io per le mie esigenze prediligo texture più sottili, che creino meno spessore, riapplicabili più volte senza problemi. E credo che per un’ ipotetica scelta questa differenza vada segnalata.

Personalmente, per sfruttare anche i due colori che applicati dal bullet mi convincono meno, farò una prova con il pennello.

Alcune altre mie prime impressioni

Dopo i primi giorni di test posso dire che mi ha colpita:

  • innanzitutto l’ azione idratante di questi nuovi rossetti
  • la durata nonostante il comfort
  • il fatto che nessuno si sia infilato nelle mie prime rughette di codice a barre, cosa che con alcuni dei rossetti della gamma precedente mi capitava
  • la facilità di applicazione
  • la pienezza del colore fin dalla prima passata
  • il fatto che non lascino stampi sui bicchieri

Su quest’ ultimo punto spendo qualche altra parola. Da sempre non amo i rossetti che lasciano lo stampo sui bicchieri, ma da quando sono sommelier ci faccio molto più caso. Per me è irrispettoso lasciare lo stampo di rossetto su un calice durante una degustazione, ma anche una cena o un aperitivo.

Spesso lo fanno anche i balsamo labbra, anche se in maniera più discreta, quindi sono sempre alla ricerca di rossetti o tinte da usare in queste occasioni.

I nuovi rossetti ricaricabili PuroBIO non sono no transfer. Soprattutto appena applicati bisogna aspettare un po’ affinchè si settino, ma poi, sempre prestando attenzione, rilasciano davvero poco prodotto.Dettaglio specifiche ricarica rossetti PuroBIO

In questi giorni di test ho bevuto moltissima acqua durante la giornata e non ho lasciato alcuno stampo.

La questione mascherina è diversa e per avere la risposta alla fatidica domanda del periodo “Resistono alla mascherina?” dovrete aspettare ancora un po’.

Ma intanto non è finita qui…

Sto pensando se vi ho detto tutto e per il momento penso di sì. La profumazione è leggerissima con una nota dolce, ma sulle labbra, come gusto, non si sente nulla.

Per completare questa nuova uscita labbra PuroBIO ha proposto anche 5 nuove Lip Liner, quindi 5 matite abbinate a ciascun rossetto. La n. 49 per il 101, la n. 50 per il 102, la n. 47 per il 103, la n. 51 per il 104 e la n. 53 per il 105.Nuovi rossetti ricaricabili PuroBIO Cosmetics

Guardando con attenzione sul sito però si scopre che le nuove tonalità di matita sono 7. Si uniscono a queste cinque la 08 Rosa e la 53 Rosso Pompeiano. Semplicemente per adattare le tonalità dei rossetti o potrebbero essere degli indizi?

Da usare per contornare i bordi delle labbra e avere un contorno più preciso, ma anche come base o da sole. Se su di voi 101 e 105 si comportano come su di me, la matita sarà perfetta per avere comunque le labbra colorate anche quando il rossetto in alcuni punti se ne va.

Emma Rouge, “la paladina delle labbra colorate e portatrice di baci e sorrisi”, che ci ha presentato queste novità, nel fumetto presente nel pacco che abbiamo ricevuto in anteprima, ci ha lasciati con un “To Be continued”…  Credo quindi che ci aspetterà altro, forse nuove tonalità seguendo gli indizi dati dalle matite? Chissà!

Intanto continuerò a testare questi, soprattutto per capire meglio la durata e se il sistema refill è sicuro anche cambiando spesso colore. Sempre per quanto riguarda la durata però c’è da dire che in un periodo normale, senza il cruccio della mascherina, questi nuovi rossetti sarebbero promossi senza alcun dubbio.

Se vi va di dirmi cosa ve ne pare, sia dei colori, sia del pack con refill vi aspetto nei commenti, così come per eventuali domande.Emma Rouge PR box lancio nuovi rossetti PuroBIO

AGGIORNAMENTO DOPO DUE MESI  E TEST INTENSIVI : le prime impressioni sono confermate, i miei rossetti preferiti sono il 105 e il 102. Adoro anche il 103, ma con il problema della mascherina l’ ho usato meno degli altri. Resistono meglio di altri, ma almeno con la mia forma di labbra, in alcuni punti, con lo strofinio si rovinano i bordi.

Nel frattempo ho ricevuto anche le matite 53 e 50, che sono diventate la mia prima scelta quando ho bisogno di tenuta. Soprattutto la 53, perchè si abbina praticamente a ogni mio look. Le ho usate sia a Milano, sia a Merano, dove ho avuto giorni di degustazioni, togliendo e mettendo la mascherina innumerevoli volte. Un ritocco in media al giorno, due in caso di pasti più ricchi, niente labbra secche, un velo di colore anche a fine giornata, nessuno stampo sui calici, giusto un alone sulla mascherina e niente sbordature.

Voglio provare anche le altre da usare in occasioni che comportano l’ uso prolungato della mascherina. I rossetti continuerò ad indossarli per andare al ristorante o quando so che l’ uso è limitato a pochi istanti. Sognando quando non dovremo più preoccuparci di questo e potremo indossarli sempre!

Se volete restare in argomento PuroBIO, vi invito a leggere anche qualche altro articolo:

Al prossimo post, intanto vi aspetto sul mio profilo Instagram (@mycurlycolours), per rimanere in contatto con me.

Un bacio grande

Lara

2 Commenti

  1. Ciao,
    Complimenti per il post.Ho letto sulla scheda prodotto contengono tracce di nickel,non mi sembrano proprio bio penso che per questa volta non prenderò nulla anche perchè ho gia tante intolleranze e non vorrei stare male.E poi il prezzo è un pò altino.
    Tu che ne pensi?
    Grazie
    Buona giornata

    • Mycurlycolours Rispondi

      Ciao Veronica, grazie a te!
      Per allergie e intolleranze è sempre bene confrontarsi con i propri specialisti per sapere come muoversi in sicurezza. Il Nichel è presente anche in natura, quindi può esserci anche in cosmetici bio, che devono comunque sottostare a tutti i controlli del caso.
      Le considerazioni sul prezzo invece sono ovviamente soggettive, ma per me è assolutamente in linea con le ottime performance delle tonalità 102,103 e 105.

Lascia un commento