Nuova linea alla Bava di Lumaca per La Bioteca Italiana, a cui ho voluto dare fiducia nonostante una prima esperienza non troppo felice con il Siero Viso. Scopriamola meglio insieme!

La prima prova di una linea o di un brand spesso è decisiva. Se ci si trova male sarà più difficile essere invogliati ad acquistare altro. Con la linea alla Bava di Lumaca La Bioteca Italiana non è iniziata benissimo, perché il Siero Viso, il primo prodotto che ho deciso di provare, mi è sembrato pari a un’ acqua idratante come azione.

Non bene direte, ma l’ avevo scelto per Ivan, come ho già raccontato nei prodotti finiti di agosto 2022. L’ ha usato soprattutto lui, io mi sono limitata a qualche utilizzo per potermene fare un’ idea. Sì, niente di incredibile, anzi, ma almeno in estate manteneva la pelle idratata e morbida, anche da solo.

Si capisce bene che pur avendo la Bava di Lumaca al secondo posto dell’ INCI per un prezzo di € 4,99  non ci si può aspettare la performance di un siero viso che costa quattro o cinque volte tanto. Se non dieci. Ma allo stesso tempo si sa, non è sempre il prezzo a dettare la qualità.INCI Siero viso Bava di Lumaca La Bioteca Italiana

Considerando tutto questo mi sono detta che la nuova linea alla Bava di Lumaca meritava un’ altra chance. E allora via all’ acquisto di Mousse Detergente e Tonico Viso. Due prodotti che mi servivano e uso sempre con piacere.

Mousse Detergente Bava di Lumaca La Bioteca Italiana

La sto usando da settimane e sono ormai oltre metà. Dalla descrizione si presenta come una mousse soffice e delicata, rigenerante ed elasticizzante, per una pelle più luminosa.

Il flacone da 200 ml è in plastica con pratico dispenser. La mousse è mediamente compatta, ma anche se non è tra le più compatte che abbia usato, si presta al massaggio e non si smonta subito. Dermatologicamente testata su pelli sensibili, Nickel Tested <1ppm con un PAO di 6 mesi. Made in Italy, prodotta da SAN.ECO.VIT Srl a Milano e certificata Bios.

Nella formulazione oltre a Betaina, Bava di Lumaca e Vitamina E non c’è altro da segnalare. INCI piuttosto breve, adatto a chi non ama le lunghe liste di ingredienti, ma neanche ricco di estratti o complessi innovativi.Mousse Detergente Bava di Lumaca La Bioteca Italiana INCI e specifiche Mousse Detergente Bava di Lumaca La Bioteca Italiana

Un prodotto base, che svolge però bene il suo lavoro. Perfetto come detergente al mattino o come ultimo step dello struccaggio. Ma valido anche come struccante, occhi compresi. Io lo uso per entrambi gli scopi. Per i miei make up leggeri va benissimo, tanto che è stato l’ unico prodotto che ho portato come negli spostamenti di settembre. In vacanza e per lavoro.

Non mi brucia gli occhi e non mi crea problemi neanche a quello sensibile. La pelle non tira post risciacquo. Ovviamente poi si deve continuare la skin care, ma ho trovato la Mousse Detergente Bava di Lumaca più idratante di altre mousse detergenti. Per tutti questi motivi potrei riacquistarla trovandomi senza un detergente viso. Soprattutto in primavera estate, perché nei mesi più freddi preferisco texture più ricche. Per pelli miste o grasse invece può andare bene tutto l’ anno.

Io continuerò ad usarla nella mia skin care rutine autunnale e vi aggiornerò quando la troveremo nei prodotti finiti. Per ora, per un prezzo di soli € 5,95, consigliata.Dispenser Mousse Detergente Bava di Lumaca La Bioteca Italiana Texture Mousse Detergente Bava di Lumaca La Bioteca Italiana

Tonico Viso Bava di Lumaca La Bioteca Italiana

Dopo la Mousse Detergente lo step successivo è quello del Tonico. Non per riequilibrare il PH o fare miracoli, ma per dare un quid in più di idratazione alla pelle. Uno step che come abbiamo detto più volte non è fondamentale ed è più che altro legato alla preferenza soggettiva. Chi ha una pelle normale tendente al seccoperò secondo me ne può beneficiare. Soprattutto se non sempre completa la routine viso con una crema. Come spesso faccio io.

La Bioteca Italiana nella sua linea Bava di Lumaca propone un Tonico Viso semplice come la Mousse. Anche qui nella formulazione troviamo la Bava di Lumaca al secondo posto come nel Siero. E poi, al di là di Acido Lattico e Vitamina E non c’è altro da segnalare. Presentata come “soluzione fresca e leggera” lo è. Anche in questo caso le sostanze presenti nella Bava di Lumaca come Allantoina e Acido Glicolico promuovono la luminosità della pelle.Tonico viso Bava di Lumaca La Bioteca Italiana INCI e specifiche Tonico viso Bava di Lumaca La Bioteca Italiana

Io non ho problemi di pelle spenta, ma devo dire che con questa routine la mia pelle si è mantenuta fresca e radiosa.

Packaging in PET trasparente 100% riciclato in questo caso, sempre da 200 ml con apertura a scatto. Sempre dermatologicamente testato su pelli sensibili, Nickel Tested <1 ppm e certificato Bios.

Da usare tranquillamente dal flacone, perché si riesce a dosare bene o da travasare in un altro, spray, per vaporizzarlo. Noi lo abbiamo usato in entrambe le modalità. Io dal suo flacone, Ivan da quello spray. È piaciuto a entrambi, lo ritengo in linea con i tonici viso o le acque idratanti che usiamo di solito. Non appiccica, non  brucia e non pizzica. A differenza di queste foto scattate settimane fa, è finito da pochi giorni e lo ritroveremo nell’ articolo dei finiti di settembre la prossima settimana.

Anche questo per un costo di € 3,99, da tener presente come tonico facilmente reperibile da Tigotà e forse anche da Acqua e Sapone.Erogatore Tonico viso Bava di Lumaca La Bioteca Italiana

Qualche considerazione generale su queste novità

Sono contenta di aver dato una seconda possibilità a questa linea alla Bava di Lumaca. Pensato in una routine completa anche il Siero acquista qualche punto in più. Anche perchè come INCI è quello con più attivi, visto che contiene anche Acido Ialuronico ed Estratti di Calendula, Hamamelis, Ginseng, Aloe e Achillea.

Dovrei provare la crema viso per capire se è abbastanza ricca da poter sopperire alle mancanze del Siero, soprattutto in inverno. Al momento non l’ ho acquistata perché abbiamo minimo due creme viso nuove in attesa di test, ma lo farò e poi aggiornerò questo articolo.

Come dicevo in apertura e come ho mostrato direttamente dal negozio nelle mie IG stories (anzi, se non mi seguite vi aspetto su IG!) queste novità La Bioteca Italiana sono molto interessanti. Le linee nuove sono cinque Acido Ialuronico, Giglio di Mare, Aloe Vera, Resveratrolo e Bava di Lumaca appunto, che si aggiungono alla già presente Canapa. Crema Viso, Siero e Contorno Occhi mi sembra che siano presenti in tutte le linee. Tonico, Mousse Detergente, Acqua Micellare, Struccante Bifasico e Latte Detergente invece sono le referenze specifiche presenti singolarmente solo in alcune. I prezzi oscillano da € 3,99 a € 5,95, salvo eventuali rincari degli ultimi giorni.Linea Bava di Lumaca La Bioteca Italiana da Tigotà

Per quanto le formulazioni siano mediamente semplici sono comunque prodotti naturali. In questo caso la Mousse ha il 99% di ingredienti naturali e  il Tonico Viso il 98%.

Rappresentano una scelta veloce, low cost, facilmente reperibile per quando finiamo un prodotto e vogliamo rimpiazzarlo subito o per fare qualche test extra senza spendere troppo. E perché no, se si è all’ inizio e si vuole creare una routine skin care danno la possibilità di capire se si riesce ad essere costanti con quella tipologia.

Nel frattempo ho acquistato anche i Sieri Resveratrolo e Giglio di Mare e ne parleremo in un articolo dedicato ai Sieri Viso La Bioteca Italiana. Non escludo di provare altro e di raccontarvelo più avanti.

Se volete restare in argomento skin care e detersione vi invito a leggere anche qualche altro articolo:

Al prossimo post, intanto vi aspetto sul mio profilo Instagram (@mycurlycolours), sul mio nuovo profilo Pinterest e vi invito a iscrivervi qui per ricevere newsletter mensile e contenuti speciali.

Un bacio grande

Lara

Lascia un commento